Poa alpina

La flora dei ghiaioni
Nel giardino è possibile ammirare durante i mesi di luglio e agosto le splendide fioriture delle campanule (Campanula spp.), della Dryas octopetala e della Gypsophila repens, che colonizzano gli ammassi detritici dei ghiaioni, elementi tipici del paesaggio delle Dolomiti. La natura calcarea delle Dolomiti espone i massicci rocciosi ad un continuo processo di disgregazione da parte degli agenti atmosferici, fenomeno che porta nel tempo alla formazione di grandi accumuli di massi di diversa dimensione alla base delle pareti. Il continuo movimento dei detriti ha condotto le specie pioniere che colonizzano l’ambiente del ghiaione a sviluppare grandi apparati radicali capaci di ancorare fortemente la pianta al substrato, mentre la capacità di attivare gemme dormienti in grado di originare nuovi germogli costituisce un meccanismo utile a contrastare la continua caduta dei massi e la copertura/rottura delle parti epigee delle piante.

Back to Top