La pozza d’alpeggio
L’Altopiano dei Sette Comuni è formato da rocce calcaree permeabili. Quando piove o si sciolgono le nevi l’acqua viene assorbita dal terreno e percola in profondità attraverso le fessure delle rocce lasciando l’altopiano privo di corsi d’acqua superficiali. Le pozze d’alpeggio sono dei piccoli bacini artificiali che raccolgono l’acqua piovana per abbeverare il bestiame, e sono un esempio di come opere umane e elementi naturali possano coesistere, senza divenire elementi di degrado, bensì luoghi di particolare pregio ambientale. Le particolari condizioni ecologiche sono affrontabili solo da organismi animali e vegetali adattati a sopportare le variazioni del livello dell’acqua e il ristagno d’acqua calda, poco ossigenata e ricca di sostanze organiche. Quando si osservano pozze con buona vegetazione si nota che le specie vegetali sono distribuite in modo tale da formare cerchi concentrici, e che le dimensioni e la composizione di tali cerchi varia in base alle dimensioni e al profilo della pozza.

Back to Top