La faggeta
In Giardino sono ben rappresentati gli ambiente relativi alle formazioni boschive presenti in Cansiglio nelle zone limitrofe del comprensorio Col Nudo – Cavallo. La formazione boschiva più diffusa è la faggeta. Il faggio (Fagus sylvatica) è la specie che maggiormente caratterizza la foresta del Cansiglio e le zone montane dell’Alpago. È una pianta che predilige condizioni climatiche non estreme, temendo fortemente le gelate precoci o tardive e la carenza di acqua. Dove le condizioni sono favorevoli il faggio può crescere dalle basse quote, nelle formazioni termofile, sino agli ambienti più severi dell’alta montagna a stretto contatto con il pino mugo (Pinus mugo). Nelle zone ottimali si hanno boschi puri di faggio o popolamenti misti con abete bianco (Abies alba) e abete rosso (Picea excelsa). Le folte chiome dei faggi non permettono il passaggio di molta luce per questo motivo molte specie (denominate geofite) grazie ai loro organi di riserva sotterranei anticipano la fioritura rispetto alla comparsa delle foglie del faggio. Dove però la copertura è particolarmente intensa il soprassuolo risulta quasi del tutto privo di vegetazione erbacea e coperto da un notevole strato di foglie secche.

Lingua

Back to Top