Il Giardino è inserito in una stupenda cornice paesaggistica nella quale si può osservare come l'aspetto della vegetazione sfumi gradatamente dalle formazioni arboree a quelle arbustive, fino alle praterie alpine, per poi passare alla colonizzazione dei ghiaioni presenti ai piedi delle pareti rocciose verticali. La pecceta subalpina, con abete rosso e larice, è abbondantemente presente nella zona. Un piccolo nucleo di questo tipo strutturale è situato anche all'interno del Giardino ed è lasciato all'evoluzione naturale. Al suo interno si possono notare altre specie arboreo-arbustive, quali il faggio, il maggiociondolo alpino, il sorbo degli uccellatori e numerosi Salici. Ove il bosco si apre in zone edaficamente più difficili e povere, la specie dominante è il pino mugo, con il caratteristico portamento strisciante e prostrato. Ad esso si accompagnano numerosi arbusti: rododendro, mirtilli, ginepri, salici, lonicere. Nelle zone ancor oggi pascolate si possono invece trovare numerose specie floristiche che nel periodo della fioritura creano stupende macchie di colore. Tutte queste specie arboree, arbustive ed erbacee sono raccolte all'interno del Giardino, nelle roccere e nelle aiuole servite dai sentieri didattici.

Back to Top